In Milano, la bussola della citta'

 

Abbigliamento

Agenzie Immobiliari

Alimentazione

Arredamento

Arte Spettacolo Scuole

Auto Moto Bici Noleggio

Edilizia Industria

Grafica Editoria

Foto Ottica

Hobby Giochi Sport

Informatica Elettronica

Locali Pub Discoteche

Prodotti per ufficio

Ristoranti

Salute Sanita' Bellezza

Servizi

Telecomunicazioni

Viaggi Alberghi Turismo

Ricerca per zone

Mappa del sito

  

| Home Chi siamo | InserzioniCollegamenti utiliWebmail

La Fabbrica Pizzeria

La Fabbrica Pizzeria

di Stefania Nascimbeni per Inmilano, la directory di Milano.

Francesco la intende così, accogliente, spartana ed estremamente curata in ogni dettaglio
"LA FABBRICA" PIZZERIA CON CUCINA
20154 Milano (MI) - vl. Pasubio, 2.

 
Nata  nel 1997, La fabbrica Pizzeria di Viale Pasubio
nel corso degli ultimi dieci anni è diventata una vera e propria icona della “Milano da bere”.
Battezzata così per esprimere la sinergia tra un prodotto tipicamente Made in Italy, la pizza, e l’idea della mensa operaia, che fa riferimento per lo più alla ceneri sulle quali sorge questo ristorante, che negli anni 70/80 era un deposito di ferramenta, nonché zona “carico e scarico”, del negozio di utensili  del numero civico li accanto.
Originale e ben studiata, l’idea che ha saputo accostare creatività e passione per il proprio lavoro.
La location è apparentemente, volutamente affascinante coi suoi tavoli in legno e marmo le tovaglie di carta all’americana che ritraggono l’immagine del rinomato ristorante, con il logo “La Fabbrica Pizzeria – Ristorante”.
Il colore ocra, elegante e semplice al tempo stesso, domina all’interno della sala principale, resa unica dal forno a legna, a vista, che ne fa un ambiente singolare ed estremamente confortevole.
Scorgendo verso l’interno si apre una seconda sala, “la veranda”, che anticipa, facendone come da androne, il giardino esterno, fiorito e ben curato, che apre da maggio a settembre. Una vera e propria oasi di tranquillità nella caotica Milano dei locali: Viale Pasubio è, di fatti, una traversa dell’ormai zona pedonale di Corso Como, meta del venerdi sera della maggior parte dei giovani meneghini, ma anche di molti stranieri, specie nei periodi della moda e del salone del mobile.
La clientela è, infatti, spesso strettamente legata agli ambienti imprenditoriali e ai personaggi della moda e dello spettacolo, che ben conoscono e apprezzano lo stile informale e riservato di questo ristorante.
La zona “veranda” è realizzata secondo la struttura di una mensa dei primi del novecento, tavoli sistemanti in lunghezza e verso tutto il perimetro. A parete una serie di carboncini di grande formato che ritraggono alcuni soggetti di richiamo all’idea del lavoro operaio: una mensa, una partita di calcio per i dipendenti, lo scuola bus per i figli degli operai e la storica fabbrica del gasdotto della Bovisa, tutti disegnati artigianalmente.
La specialità della casa rimane pur sempre la rotonda e mozzarellosa invenzione napoletana che, tuttavia, trova le sue origini nella lontana storia del popolo egizio.
Ma Francesco sapeva che, per accontentare le spesso difficili pretese di una clientela che negli anni sarebbe diventata più che a lui famigliare,  avrebbe dovuto offrire una più vasta e, naturalmente accurata, selezione di prodotti nostrani, tipici delle caratteristiche regionali del nostro Paese. Ed ecco che, sfogliando il menu, che varia di stagione in stagione, si trovano piatti unici ed elaborati secondo l’esperienza dei chef altamente attenti alla qualità  dei prodotti
Olio di frantoio toscano e siciliani da coltivazione biologica cantucci artigianali, vini di altissima selezione e qualità e moltissimi prodotti che nel tempo sono stati marchiati “La Fabbrica Pizzeria”.
In un conteso eno gastronomico cosmopolita come Milano, nel quale spesso si scontrano le vedute di palati raffinati e attenti alle influenze della cucina straniera più svariata, finalmente un ristorante tutto italiano. Focaccia con bufalina e pomodori pachino, bruschetta mediterranea, carpaccio di ananas con culatello, crostini toscani con lardo di colonnata e la mozzarella di bufala d.o.p campana sono solo alcuni degli antipasti tipici nelle proposte di menu.

Più ricercati, invece, i primi piatti, una sorta di “Made in Italy creativo”, come gli spaghetti di gragnano,la calamarata, i paccheri con la ricotta di bufala, i pici toscani con ciccia pecorino senese e pepe, Risotto carnaroli con ciccia e Nero d'Avola o scamorza e trevisana, tagliatelle alla norma,  oppure le classiche zuppe toscane, con legumi e cereali e la crema di zucca con orzo perlato.
Non da meno e, per tradizione, tipicamente toscane, le carni alla tagliata e alla fiorentina, meglio se accompagnate con una grigliata di verdure con bufalina, melanzane, pomodorini e radicchio.
I vini sono divisi per “concepì”: da meditazione, rossi e bianchi di ogni regione e da dessert.
Tanto per annoverare qualche nome,barolo, Nebbiolo, barbaresco, morellino di scansano,maronea bolgheri,Brunello di montalcino, nero d’Avola, cerere, syrah, amarone, valpolicella ripasso, schioppettino, teroldego,sagrantino di montefalco e altri tra i rossi  e Muller Thurgau, Traminer, Vermentino di Gallura e Zibibbo, arneis, ribolla gialla,aceste bianco autoctono sicilia tra i bianchi.
Immancabile, naturalmente, il più classici franciacorta il saten brut millessimato e il rosè millesimato,lo champagne louis roederer,per accompagnare i dessert( tutti fatti in Fabbricapizzeria) di fine pasto una buona scelta di vini da meditazione tra i più gettonati il barolo chinato con il cioccolato di modica al peperoncino,  Stanchi del solito affogato al caffè? Ecco che allora la Fabbrica Pizzeria suggerisce un’alternativa al di sopra delle righe, il semifreddo papavero e miele o il croccante al miele di rosmarino e semi di  sesamo con il passito di pantelleria.

A pochi passi dal Teatro Smeraldo, adiacente alla zona dei locali di Corso Como e a qualche chilometro di distanza dall’Arena di Milano e dal centro storico, se non avete ancora avuto modo di testare la vera cucina italiana e, se avete la fortuna di capitare durante uno degli eventi di assaggio che  Francesco di tanto in tanto propone, lo scorso anno si inventò la serata del tonno  con un personaggio espertissimo il Rais di Favignana Gioacchino Cataldo specializzato sia nella pesca al tonno che nel  taglio e nelle ricette base, ecco che vi consiglio “La Fabbrica Pizzeria”, aperta fino a mezzanotte e mezza. E’ Comunque un’ottima soluzione per il dopo teatro e per la cena fra amici prima di fare un salto nei locali più trendy della città.

"LA FABBRICA" PIZZERIA CON CUCINA
20154 Milano (MI) - vl. Pasubio, 2.

Questo articolo e' redistribuibile gratuitamente, a patto di mantenerne invariato il contenuto e citarne la fonte (www.inmilano.it/lafabbrica.htm). Puoi pubblicarlo gratuitamente sul tuo sito, o nella tua newsletter, o inviarlo ai tuoi amici. Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va mantenuta in fondo all'articolo e comunicata con chiarezza.

<<< Indietro a Ristoranti Milano